Nunzia Volpe Di notte i bambini piangono

0
Nunzia Volpe Di notte i bambini piangono
quadro di Johann Heinrich Füssli
Nunzia Volpe Di notte i bambini piangono
Di notte i bambini piangono, di Nunzia Volpe, è il romanzo edito da Mursia, dove, alla Torre – quartiere periferico e degradato di Milano – di notte si sentono passi che salgono fino al terrazzo condominiale della Pantafica, e di notte i bambini piangono, in un romanzo che è contenitore di temi delicati, quali l’omosessualità, la fame di amore, l’accettazione, la morte, il desiderio di un possibile quanto deludente riscatto, la violenza, l’alcool, la droga. In quello che è  l’edificio più alto del quartiere, si vocifera che abitino le streghe, ma gli adulti minimizzano, per loro non c’è niente di strano, si tratta solo di fantasie. Una scrittura secca, nervosa, che si fa leggere velocemente, non concedendo deroghe o possibilità di redenzione, in un mondo dove tutto è scuro, nero come le tenebre avvolgenti del Male. Greta e Franco, invece, non sono affatto tranquilli e, quando una notte Felicino, il bambino di una giovane madre tossicodipendente e di un padre alcolizzato, muore improvvisamente, entrambi decidono di verificare di persona che cosa si nasconde oltre l’ultimo piano del palazzo che domina la Torre.
©, 2022
questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.
Please follow and like us:

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome