LA RINASCITA DI “MONTE VERITA’” – Carl Gustav Jung, Otto Gross, Andrè Gide, Hermann Hesse, Thomas Mann, Paul Klee, e moltissimi altri

0
117
Hermann Hesse a "Monte Verità" ---------------------------- Hermann Hesse (Calw, 2 luglio 1877 – Montagnola, 9 agosto 1962) è stato uno scrittore, poeta, aforista, filosofo e pittore tedesco naturalizzato svizzero, insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1946. La sua produzione, in versi e in prosa, è vastissima e conta quindici raccolte di poesie e trentadue tra romanzi e raccolte di racconti. I suoi romanzi più famosi sono Peter Camenzind (1904), Gertrud (1910), Demian (1919), Siddhartha (1922), Il lupo della steppa (1927), Narciso e Boccadoro (1930) e Il giuoco delle perle di vetro (1943). I suoi lavori rispecchiano il suo interesse per l'esistenzialismo (in particolare Schopenhauer, Nietzsche e Heidegger), lo spiritualismo, il misticismo, non meno della filosofia orientale, specialmente indù e buddhista. Negli anni '60, ispirandosi alla sua critica al consumismo e al capitalismo americano, fu proprio negli Stati Uniti che Hesse divenne un autore di grido, dopo la sua morte, tra i giovani pacifisti e hippie, che rifiutavano la guerra del Vietnam e la materialità della società occidentale, ma anche il comunismo sovietico. Assieme a Thomas Mann e Stefan Zweig, Hesse è lo scrittore di lingua tedesca del XX secolo più letto nel mondo, tradotto in più di 60 lingue e con circa 150 milioni di copie vendute in tutto il mondo. (Wikipedia)

 

LA RINASCITA DI “MONTE VERITA’”

Il mondo delle utopie per l’emancipazione dell’umanita’

Nell’Europa centrale, o mitteleuropa, il turbinoso progresso scientifico, l’industrializzazione travolgente ed i relativi sommovimenti sociali del secolo passato, spingevano coloro che avevano la possibilità di scegliere (artisti, scrittori, filosofi, politici) a trovare soluzioni di vita alternative. Le risposte furono di vari tipi: il socialismo con la successiva evoluzione verso il comunismo, l’anarchia e la ricerca di valori alternativi, di modi di vita differenti, di sogni utopistici alla riscoperta del romanticismo, del buddhismo, dell’induismo e della teosofia. Sul Monte Verità di Ascona, in Canton Ticino, nasce, agli inizi del passato secolo, un luogo di incontro, di cultura, all’insegna del dialogo e dell’interscambio di idee, di pensieri, di teorie, nel confronto tra intellettuali di diversa matrice…un microcosmo di creatività e ingegno, dove si impostarono utopie fondamentali. Accanto a chi era mosso da spirito ideologico, a Monte Verità, si incontrava il gratin dell’Intellighentia anticonvenzionale ed inquieta di inizio secolo, quindi intellettuali come Carl Gustav Jung, Otto Gross, Andrè Gide, Hermann Hesse, Thomas Mann, Paul Klee,  e moltissimi altri.

Dal 1933 Jung darà vita ad una intensa attività culturale in Monte Verità, organizzando incontri (gli Eranos, dal greco società, associazione attraverso partecipazione) e convegni a livello mondiale relativi alle più disparate tematiche.

La collina di Ascona ed i suoi dintorni presenta, con Monte Verità, un potenziale enorme di utopie abbozzate e di ideologie vissute in questa regione. Attraverso una forte immigrazione di idealisti nordici, Ascona e il Verbano diventarono, verso il 1900, l’antipodo della città, il contra-mundus del “ritorno alla natura”, in un sud considerato senza problemi. Un paradiso contrapposto ai conflitti nati dall’urbanizzazione, dall’industrializzazione, dalla tecnicizzazione e dall’ormai inevitabile rivoluzione proletaria, contro il capitalismo imperante.

Da Pietroburgo fino a Londra, da Malmo fino a Graz, sono confluiti ad Ascona gli individui che Emil Szittya così enumera nel sottotitolo del suo libro “Il gabinetto di curiosità” 1932: “ incontri con avvenimenti strani, vagabondi, scellerati, artisti, pazzi mistici, stranezze sessuali, socialdemocratici, sindacalisti, comunisti, anarchici, politici” ai quali si potrebbero aggiungere i teosofi, i riformatori della vita, gli psicologi, gli psicanalisti freudiani e junghiani, i rappresentanti della nuova danza, i banchieri, gli architetti, i profughi, che le più disparate motivazioni storiche ed individuali spingono su questa collina proclamata ormai MONTE VERITA’.

La fondazione ECCLES di Ascona, attualmente, ha nei suoi intenti l’obiettivo di riattivare e rilanciare il fermento culturale di Monte Verità, che ha subìto una battuta d’arresto dagli anni ’60. La fondazione Eccles è attualmente in trattativa con l’Amministrazione Comunale, con le Università ed il Governo Cantonale, per poter far rinascere le attività, a partire da un simposio filosofico relativo al concetto di Etica, con il trasferimento e la ricollocazione della biblioteca di Jung a Monte Verità. Jung, attraverso gli Eranos, permetteva a studiosi specialisti di trasmettere il loro sapere, evitando sterili saccenterie, stimolando la discussione, la partecipazione al dialogo e alla conversazione collettiva, dopo ogni incontro. Da questa esperienza si vuole partire per far riemergere il contesto culturale e di interscambio di Monte Verità, con iniziative interdisciplinari relative ai concetti utopici dei suoi primi pensatori, in una realtà di incontro tra persone, personaggi politici, culturali, artisti, in un luogo al di fuori di logiche settarie o di esclusione del “diverso”, un nuovo piccolo mondo ideologico, politico, interreligioso, di confronto ideativo, sviluppo creativo, arricchimento interiore, accrescimento culturale tra pensieri, idee, prospettive, visioni della realtà differenti: un luogo-non-luogo microcosmo di idee…e fucina attiva di neo-utopie.

Fondazione Monte Verità

CH-6612 Ascona

Tel 0041917910181

Casa Anatta tel 0041917910327

Email: Reception@csf-mv.ti.edu.ch

©, 2003

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto ideabiografica ha verificato solo al momento del loro inserimento; ideabiografica non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:
0

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here