Gesualdo Bufalino Sicilia nelle calende greche

0
Gesualdo Bufalino Sicilia nelle calende greche
Gesualdo Bufalino (Comiso, 15 novembre 1920 – Vittoria, 14 giugno 1996) è stato uno scrittore, poeta e aforista italiano. Per gran parte della vita insegnante, si è rivelato tardivamente, nel 1981, all'età di 61 anni con il romanzo Diceria dell'untore, grazie all'incoraggiamento di Leonardo Sciascia ed Elvira Sellerio; l'opera gli valse nello stesso anno il prestigioso Premio Campiello. Con il romanzo Le menzogne della notte vinse nel 1988 il Premio Strega. Si rese famoso per il suo stile ricercato, ricco e in alcuni casi "anticheggiante", nonché per la sua abilità linguistica e la vasta cultura. Amico di Leonardo Sciascia, trascorse la maggior parte della sua vita a Comiso, mantenendo un'esistenza ritirata e discreta. (Wikipedia)

Gesualdo Bufalino Sicilia nelle calende greche

recensione apparsa sul quattordicinale Benevento diretto da Achille Biele

Gesualdo Bufalino (1920-1996) nato a Comiso, in provincia di Ragusa, si avvicina alla letteratura grazie al padre che, nonostante fosse uomo di umile condizione, nutriva per i libri una vera passione. Le serate, tra padre e figlio, passavano nella consultazione di un vecchio dizionario, o nella affascinata lettura del Guerin Meschino. “Calende greche”, romanzo, biografia, autobiografia, di giorni che mai furono e mai saranno, vede per la prima volta le stampe in edizione privata nel 1990, e successivamente in edizione destinata al grande pubblico. Il romanzo tratta la vita di un uomo, attraverso l’analisi di ventuno momenti, suddivisi in quattro sezioni. In questo lavoro, Bufalino fa un ampio uso dell’apparato autobiografico, tanto da rendere il testo più vicino alla sua storia personale che a un romanzo di pura invenzione. Lunga è la trafila del Bufalino scrittore, iniziata nel 1950 con la prima stesura di “Diceria dell’untore”: alcuni suoi scritti suscitano la curiosità di Elvira Sellerio e Leonardo Sciascia, ma solo nel 1981 Bufalino si decide a estrarre dal cassetto il suo primo romanzo, subito pubblicato da Sellerio, e vincitore, per quell’anno, del Premio Campiello.

 

©, 2003

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome