SALVATORE DI GIACOMO
Nato il 12 marzo 1860 a Napoli, Salvatore Di Giacomo fu avviato dai genitori agli studi scientifici, e per un certo periodo frequentò la Facoltà di Medicina. Presto però iniziò una collaborazione con Il Mattino di Napoli, dove curava la rubrica letteraria. I suoi primi racconti risentivano dell’influenza romantica e della scapigliatura, molto delicati nei toni e dagli effetti dilatati e languidi, e sempre tesi a rimandare lo scioglimento del nodo drammatico. Diresse anche la Biblioteca Nazionale, dove ancora oggi si possono trovare le sue annotazioni minute e precise. Nel 1924 fu nominato da Mussolini senatore insieme a Ugo Ojetti. Nomina in seguito bocciata dal Senato, benché caldeggiata da Benedetto Croce.
Insofferente rispetto al decadentismo di Pascoli o al barocchismo di D’Annunzio, Di Giacomo si colloca in maniera originale nell’Italia letteraria fine secolo.
Sempre chino sui suoi fogli, solitario e nemico dei salotti letterari, poco socievole e scarsamente diplomatico, Di Giacomo si ammalò di nevrastenia. Ciò però non impedì al poeta di legarsi perennemente alla nascita della nuova canzone napoletana, a far diventare quest’ultima una somma forma d’arte.
Di Giacomo morì a Napoli nella primavera del 1934. Gran parte delle sue liriche vennero musicate, e restano tuttora capolavori della canzone napoletana (La luna nova nmez’a lu mare, Quanno sponta la luna a Marchiare, ecc…).
©, 2004
questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.
Please follow and like us:

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome