MICHAEL FREEMAN la composizione nella fotografia digitale

0
MICHAEL FREEMAN la composizione nella fotografia digitale

MICHAEL FREEMAN la composizione nella fotografia digitale

L’occhio è quell’organo che ci consente di percepire visivamente la realtà. L’occhio umano contiene al suo interno le leggi della prospettiva, del colore, della luce, la Gestalt della forma  e della composizione. Un manuale sulla composizione in fotografia, ci permette di affinare l’occhio fotografico. Ovvero, quella sapienza – a volte innata, altre no, e quindi necessitante di una guida, di una impalcatura teorica – che fotografi – e pittori – esprimono nella scelta dell’inquadratura. Essa sottostà a leggi percettive ben precise, sull’armonia, i pesi, la continuità, la buona forma, che la scienza – soprattutto percettologia e psicologia – studiano da almeno un paio di secoli, e non possono essere eluse nel fare fotografia, a prezzo di inquadrature mal riuscite e scelte non del tutto selettive e valorizzanti il soggetto. Saper scegliere i piani, il taglio, saper escludere dall’inquadratura particolari secondari, includere invece quei caratteri che danno all’immagine presa visiva, sono capacità che il buon fotografo è chiamato ad affinare continuamente.

La ricerca delle immagini, l’infaticabile viaggiare nel mondo del reale da parte di chi lo voglia ritrarre, sono capitoli analizzati in questo affascinante libro che, più che essere un manuale in senso stretto, è una guida molto ben narrata da un fotografo che è anche un abile scrittore – formatosi soprattutto in Asia – che dipanerà ai suoi lettori i segreti dell’arte fotografica, armonizzando i dati tecnici a elementi di sapere filosofico e esistenziale. Infatti, se è vero che l’arte necessita di una tecnica, la vera, alta arte è anche umanesimo, espressione profonda dell’animo umano. Così Michael Freeman ci racconta la fotografia, più che spiegarcela freddamente e tecnicamente. Ci racconta il suo fare e esistere, attraverso l’occhio della macchina fotografica, che altro non è che una estensione del suo occhio pieno di amore per le immagini, la vita, la realtà. Ma la realtà – viene da chiedersi – esiste, o non è forse una Nostra costruzione?

MICHAEL FREEMAN la composizione nella fotografia digitale

L’OCCHIO DEL FOTOGRAFO – la composizione nella fotografia digitale

manuale

Logos, 2008

©, 2008

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome