ATTIMO FERMATI elogio del single

 

Chissà se esista ancora, o se sia mai esistito, il Principe Azzurro. Qualcuno ci vuol far credere di sì. A partire da nonne, zie, amiche, amici, amiche di amiche, amici di amici, ecc…
E la pubblicità: “un diamante è per sempre”…
Io sono solito dire: “Se son rose, sfioriranno”… eh sì, perché se son rose vere, non di plastica, sono destinate a sfiorire, per quanta acqua tu dia loro: è nel ciclo naturale delle cose, è secondo natura. Ogni rapporto, secondo natura, è destinato ad avere un ciclo, e una fine. Solo il diamante, appunto, duro e puro, è eterno, è per sempre. Cosa c’è di più duro del diamante?
Più duro del diamante, credo ci sia la concezione diffusa, a piovra, come un cancro, nella società, che chi sia single, lo sia perché non ha ancora incontrato la lei o il lui (azzurra, azzurro, principessa, principe) che dirà fine al suo passare da relazione a relazione, alla estenuante (e frustrante…sic!) ricerca della lei, del lui, definitivi.
E se, invece, nella società, si annidasse, single, felice di esserlo, un o una qualche esteta, amante del mordi e fuggi, amante del sesso di per sé, della relazione estetica e leggera, amante di quel frizzante scambio di emozioni di una due tre dieci notti, e non più? E’poi vero che essere single debba essere sinonimo di attesa?
Attesa di essere scelti, mentre si è lì ad aspettare tristemente sul bordo della pista, mentre attorno a te amiche e amici si sposano, fanno famiglia e figli? E tu? Lì sola, o solo, compatito: così, le amiche e gli amici fanno cene per farti incontrare Luigi e Luisella, Roberta e Francesco, e chissà, dice Amanda: “Li vedrei così bene assieme!”…
Alla Amanda di turno dà molto fastidio l’idea che nella società si annidi l’esteta, quell’esempio destabilizzante di Casanova che potrebbe insidiare anche lei, le sue certezze, così, cerca di rifilargli l’amica single. E tutti alla fine sono contenti, accoppiati, e destituiti della loro carica sovversiva.
C’è infatti un modo di essere single che è fortemente sovversivo: esserlo, ed esserlo contenti di esserlo, e non voler essere diversamente. Andando a smentire quella immagine stereotipata del single che vive una condizione di isolamento, di emarginazione, secondo quello che è il modello diffuso, e imposto, che ci vuole tutti accoppiati, con tanto di diamante la prima sera alla prima cena al primo bacio. Il bacio, per questo tipo di single, può anche essere l’ultimo, così come la cena e la notte d’amore. Perché per lui, faustianamente, l’attimo è bello. L’attimo è tutto. La vita è un attimo.

©, 2022

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.
Please follow and like us:

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome