La Cina Straziata dalla Deflazione
Nel cupo scenario di un mondo sprofondato nell’abisso, la Cina è precipitata in un vortice deflazionistico per la prima volta in oltre due anni, schiacciata da un consumo interno agonizzante che getta ombre tetre sulla speranza di una ripresa economica. La deflazione minaccia di paralizzare l’intero sistema, spingendo i consumatori a rinunciare agli acquisti nell’attesa di ulteriori crolli dei prezzi, costringendo le imprese a tagliare produzione, congelare assunzioni e accettare sconti disperati per disfarsi delle scorte, gettando la loro redditività nell’abisso mentre i costi rimangono immutati.
In questo incubo economico, l’indice dei prezzi al consumo in Cina è crollato dello 0,3% su base annua a luglio, come un sinistro presagio dell’oscuro futuro. Mentre gli analisti, avvolti nell’ombra di previsioni fallimentari, temevano un calo dello 0,4%, il mese precedente aveva già annegato nell’inflazione il settore immobiliare, una volta solido pilastro dell’empireo economico cinese, e ora diventato il motivo principale di questo “shock deflazionistico“, lanciando il Paese in una spirale negativa. La disoccupazione giovanile, raggiungendo il 20%, e la contrazione persistente dell’indice dei prezzi alla produzione, in caduta libera per il decimo mese consecutivo, dipingono un panorama apocalittico, mentre l’economia cinese affronta un’oscurità senza fine.
©, 2023
questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

 

Please follow and like us:

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome