Dengue Vs. Covid19

0

LETTERE DA ZANZIBAR: Dengue Vs. Covid19 (Sono tornato)

DENGUE vs COVID 19

E rieccomi qua…. sono sparito per un po, ma come si dice l’erba cattiva non muore mai.
Si sono sparito, perchè io non potendo prendermi il Corona Virus ho pensato bene di prendermi la Denghe.

https://it.wikipedia.org/wiki/Dengue

Una specie di febbre malarica che ti lascia steso per almeno due settimane, ridotto a una larva che deambula dal letto al bagno e spesso solo per vomitare quello che solamente hai sognato di mangiare.

E intanto Zanzibar chiude con un mese e mezzo di anticipo la sua stagione turistica.
I voli sono stati chiusi e gli scali sospesi. ottima cosa se si pensa alla sicurezza, pessima cosa se si pensa che pure noi qua abbiamo una vita e mangiamo dei proventi del nostro lavoro.

Zanzibar non fa molte scene e non sbraita alla Pandemia, forse perchè in effetti nemmeno sanno cosa sia una Pandemia, ma sicuramente sanno cosa sia un contagio, lo hanno provato molte volte negli anni addietro con il “Pindu Pindu”, il nome locale con il quale chiamano il Colera, lo provano ad ogni nuova stagione delle piogge con la Malaria portata dalle zanzare endemiche, dunque un po di nozione c’è l’hanno pure loro, magari non son queste nuove malattie che hanno il nome di un cantante Pop, ma comunque sanno a che cosa bisogna stare attenti.

Il rapporto della gente con chi ha contratto malattie endemiche è sempre molto carico d’amore, sanno tutti benissimo che non puoi infettare ( solo la zanzara è portatrice del virus ) dunque tutti si prodigano nel cercare di farti stare bene, il telefono suona di messaggini che tutti ti mandano per augurarti la guarigione e molti ti portano succhi di frutta e cibo per farti ristabilire le forze, bere è molto importante in un clima tropicale, la disidratazione è sempre dietro l’angolo e anche se non ne hai voglia spesso ti obbligano a bere per forza, anche se solamente la semplice acqua ha comunque un sapore di schifo per via della tua bocca amara.

A Zanzibar è stato istituito un numero speciale da contattare, una unità istruita appositamente per un eventuale emergenza Corona Virus, essendo un isola con molti turisti di passaggio ovviamente il rischio c’è.

Io sono stato il primo a testare questa unità, avendo un ufficio che ha relazioni con il pubblico per via del mio lavoro e avendo capito che non stavo proprio come si dice in ” forma ” la mia socia ha contattato il numero speciale.
In un paio di ore si sono presentati in 10, quasi tutti dottori, mi hanno tempestato di domande sui vari sintomi che provavo, e anche se ora mai ero guarito dalla “Denghe” giustamente ho risposto a tutto.

Una volta che hanno costatato che i sintomi erano diversi da una eventuale contaminazione da Covid 19, hanno voluto farmi per non lasciare nulla al caso il tampone, un dottore sotto l’attenta supervisione degli altri si è bardato di tutto punto con grembiuli, guanti lunghi,stivali, mascherina e tutto quello che necessita, mi ha fatto il tampone e poi una volta consegnato al dottore che fa capo alla squadra, si è svestito e buttato tutto in un sacco sempre sotto l’attenta visione di due dottori.

E anche se all’inizio erano un po goffi, forse per via che era la prima volta, ammetto che si sono comportati da veri professionisti.
Oggi è lunedì e sono ritornato al lavoro con poca energia per via di quel virus maledetto, ma almeno sono operativo.
Credo che questi malattie della famiglia della Malaria siano veramente debilitanti e anche dopo essere guariti ci voglia almeno un mese per rimettersi del tutto.

Una delle cose curiose delle febbri tropicali è che quando le contrai, durante la febbre continui a sognare sempre la stessa identica cosa, come in un loop, quasi alla nausea, anche se ci provi a sognare altre cose la tua mente finisce sempre sul’ultimo sogno che hai fatto, una sorta di giro vizioso, una specie di labirinto che ti porta sempre allo stesso punto, la cosa vale per un motivetto di una canzone che ti piace, lo risenti e lo ripeti a memoria per dei giorni, fino ad odiarlo, due settimane dello stesso sogno o canzone sono veramente troppo anche per chi a una buona stabilità mentale!

Sperando che nessuno di voi testi mai queste “chicche tropicali”, vi lascio al vostro Covid 19 visto dalle vostre finestre o balconi, che per lo meno sono quelle di casa vostra!

Enzo Santambrogio
Zanzibar 2020

Aerial panoramic view over tropic beach of zanzibar

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.
Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome