Coronavirus: Napoli, Basilica del Carmine, esposto Crocifisso dei Miracoli. Come durante la Peste del 600

0

Coronavirus: Napoli, Basilica del Carmine, esposto Crocifisso dei Miracoli. Come durante la Peste del 600

9 marzo 2020

L’apertura straordinaria al pubblico della statua prodigiosa si è verificata solo nei periodi di calamità, come la peste del 1656 e il terremoto del 1688. “Al Santissimo Crocifisso affidiamo la città di Napoli, l’Italia, l’Europa e il mondo intero” è la preghiera dei religiosi del Santuario che hanno voluto lo “svelamento” eccezionale a causa dell’emergenza sanitaria.

Fedeli silenziosi e sparpagliati nella navata centrale per rispettare la distanza di sicurezza sanitaria da coronavirus, ma tutti con lo sguardo in alto ad adorare la croce. Questa è l’immagine che appare in questi giorni appena entrati nella basilica del Carmine maggiore di Napoli. È stato svelato il Crocifisso miracoloso. Un’esposizione eccezionale dal momento che si è verificata solo nel 1656 per fermare la pestilenza, nel 1688 in occasione del devastante terremoto, oltre che durante le eruzioni del Vesuvio e nel primo sabato di quaresima.

leggi tutto

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome