E’ una discarica a cielo aperto che si estende per ettari ed ettari

0

E’ una discarica a cielo aperto che si estende per ettari ed ettari

 

Una cava dismessa, un cantiere sotto sequestro, immondizia ovunque, e un ammasso di cubi di pietra giganteschi a forma di piramide monca totalmente abbandonati. Quello che molti chiamano ‘Il parco che non c’è’, o ‘parco dell’oblio’ nel pieno del quadrante est di Roma, oggi non è che una discarica a cielo aperto che si estende per ettari ed ettari da via di Portonaccio fino a Viale Palmiro Togliatti e oltre. Tra una discarica e l’altra, spuntano orti coltivati abusivamente, dissesti morfologici, e chissà quanto altro ancora sommerso dalla vegetazione selvatica che ha lentamente ripreso possesso dei luoghi dopo la chiusura del cantiere Tav Roma-Napoli. Sotto questa zona verde, infatti, c’è un tunnel attraversato da Frecciarossa e da Italo in uscita ed entrata nella Capitale.

 

leggi tutto

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome