Anna Maria Ortese, Il Monaciello di Napoli

0
Anna Maria Ortese nasce a Roma il 13 giugno del 1914, figlia di Oreste Ortese, originario di Caltanissetta, un funzionario di Prefettura, e di Beatrice Vaccà, originaria di Napoli, discendente da una famiglia di scultori originari della Lunigiana. La scrittrice ha cinque fratelli e una sorella, Maria, con la quale convivrà per tutta la vita. Dal 1938, insieme alla famiglia, la giovane Ortese incomincia a spostarsi in varie città dell'Italia settentrionale, Firenze, Trieste, e Venezia, dove trova un impiego come correttrice di bozze al Gazzettino. Nel 1939 si reca a Trieste e partecipa ai Littoriali Femminili, vincendoli: ciò le consente di collaborare con importanti riviste come Belvedere, L'Ateneo veneto, Il Mattino, Il Messaggero e Il Corriere della sera. Ha ricevuto il Premio Strega e il Premio Viareggio. (Wikipedia)

Anna Maria Ortese, Il Monaciello di Napoli

Adelphi

 

Racconti inediti di Anna Maria Ortese, ora in edizione Adelphi, dal titolo “Il Monaciello di Napoli”, fanno capolino sui banconi delle librerie, fra i titoli di opere da riscoprire, da trarre dal dimenticatoio del distratto mondo editoriale italiano. Autrice da salvare, Anna Maria Ortese nasce a Roma nel 1914, vive una vita di solitudine e di grande creatività, unita a una condizione di semi povertà, per morire a Rapallo nel 1998. Il nuovo Volume della casa editrice Adelphi raccoglie alcuni racconti che la Ortese scrisse a venticinque anni, e pubblicò su Rivista. Il loro valore è di inestimabile importanza bibliografica, e la loro lettura darà ai cultori della Ortese la gioia di scoprire un lato finora sconosciuto della scrittrice. La scrittura della Ortese si fa, in questi racconti, carezzevole e a tratti sofferta, visionaria e dolce, nel dare corpo a figure diafane, a metà tra l’angelico e l’umano. Leggiamo dunque questi racconti di Anna Maria Ortese, riscoprendo una grande protagonista del ‘900 letterario italiano.

 

©, 2003

Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome