È MORTO A ROMA Fausto Gianfranceschi – Giornalista di destra tra Julius Evola e Almirante

0
Fausto Gianfranceschi (Roma, 15 febbraio 1928 – Roma, 19 febbraio 2012) è stato uno scrittore e giornalista italiano. Fu in gioventù legato a Julius Evola e agli ambienti neofascisti italiani (Fasci di azione rivoluzionaria) passando nel 1948, dopo non poche vicissitudini, su posizioni meno oltranziste, vicine a quelle della corrente almirantiana del MSI. Nel 1950 entrò nella giunta esecutiva del Raggruppamento giovanile studenti e lavoratori del MSI. (Wikipedia)

È MORTO A ROMA Fausto Gianfranceschi – Giornalista di destra tra Julius Evola e Almirante

vai alla fonte

 

Enzo Carra: “Aveva una visione del mondo lontana dalla modernità”.

Roma, 19 febbraio 2012. È morto stanotte a Roma Fausto Gianfranceschi, scrittore e giornalista italiano. A dare la notizia il parlamentare Udc, Enzo Carra, sul suo blog.

………………

Di formazione cattolico-tradizionalista, Fausto Gianfranceschi, classe 1928, romano, in gioventù si legò a Julius Evola e agli ambienti di estrema destra italiani per passare poi su posizioni vicine a quelle della corrente almirantiana del Msi. Nel 1957 divenne presidente dell’associazione studentesca Giovane Italia. Nel 1965 partecipò come relatore al convegno dell’Hotel Parco dei Principi, promosso per coordinare e dare maggior vigore alla lotta contro il comunismo in Italia. Successivamente iniziò a collaborare con Il Tempo, curandone per oltre vent’anni la critica letteraria. Ben noto come saggista e narratore, ha pubblicato romanzi in cui viene riflessa la società italiana della seconda metà del Novecento. Fra questi ‘Diario di un conformista’ (1965), ‘L’ultima vacanza’ (1972), ‘Giorgio Vinci psicologo’ (1983) e il libro di racconti ‘La casa degli sposi’ (1990). Come critico letterario pubblicò i suoi studi su alcuni importanti scrittori contemporanei, fra cui Dino Buzzati. Fra i suoi saggi ‘L’uomo in allarme’ (1963), ‘Teologia elettrica’ (1969), ‘Il sistema della menzogna e della degradazione del piacere’ (1977), ‘Svelare la morte’ (1980), ‘Stupidario della sinistra’ (1992), ‘Bestiario della Sinistra’ (2004). Nel 2008 Gianfranceschi ha scritto ‘Federica. Morte di una figlia’, dedicato a sua figlia Federica, scomparsa prematuramente. (Adnkronos)

 

GIORNALISTI. CARRA: GIANFRANCESCHI INTELLETTUALE CHE NON HA MAI AVUTO RIPENSAMENTI

 

Roma, 19 febbraio 2012.  «Fausto Gianfranceschi, un intellettuale di destra che non ha mai avuto ripensamenti, ha rappresentato nel modo più civile ed aperto una visione del mondo lontana dalla modernità. Di questa vedeva nel dettaglio i vizi e difetti senza coglierne pregi e progressi. Nella sua attività giornalistica e di scrittore è stato sempre guidato da un forte spiritualismo. È stato un mio compagno di lavoro per tanti anni ed un mio amico leale. Che riposi in pace». Lo scrive nel suo blog il deputato Udc, Enzo Carra, dando notizia della morte di Gianfranceschi. (Adnkronos)

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome