AFFONDATE LA RAI… E’CRISI!

0
14

AFFONDATE LA RAI… E’CRISI!

Recensione all’ultimo libro di Vittorio Emiliani

(2003)

 

[1]Il titolo spiega bene il tema del libro: Affondate la Rai: Viale Mazzini, prima e dopo Berlusconi. [2]Libro scritto da un testimone diretto, Vittorio Emiliani, giornalista e scrittore dal 1998 al 2002, ha ricoperto l’incarico di consigliere d’amministrazione della Rai e ha visto e vissuto il passaggio dalla direzione di Zaccaria a quella odierna. [3]Le vicende che hanno accompagnato il problema Rai, con le implicazioni che hanno interessato persino le supreme Corti, arrivando alla soglia della crisi di Governo, hanno occupato quotidianamente tutti i media.

Il titolo del più recente volume di Emiliani può essere letto in diversi modi, dando adito a molteplici spunti e interpretazioni: è un appassionato e rabbioso atto d’amore in difesa del servizio pubblico radiotelevisivo. Ogni capitolo è preceduto da una contestualizzazione, altalenante tra cronaca e storia, che serve ad inquadrare gli argomenti e i periodi presi in esame di volta in volta.

Emiliani si è posto alcuni quesiti: cosa si nasconde dietro la bufera che sta investendo la televisione pubblica? Davvero la Rai è un’azienda sull’orlo del tracollo finanziario? Esiste oggi in Italia una vera concorrenza tra TV pubblica e TV privata? Quante e quali risorse vengono riservate in Italia alla Rai? Come si comportano gli altri governi europei con le tv pubbliche dei loro paesi? Appassionanti domande e altrettante puntuali, documentate e perché no, appassionate risposte. Emiliani varca i confini e passa in rassegna le garanzie di indipendenza delle tv pubbliche in Gran Bretagna, Francia e Germania, scoprendo regole utili nei vari campi, soprattutto in quelli etici e deontologici.

Il libro di Emiliani può essere letto come un “diario di bordo” ricco però di notazioni che mettono in luce, dal punto di vista di chi crede nei principi della democrazia, il progressivo smantellamento del servizio pubblico, a tutto vantaggio degli interessi privati del Premier e di coloro, persone e organismi, che hanno le chiavi per aprire e chiudere porte e progetti nell’ambito della comunicazione.

[4]Il libro apre una panoramica dettagliata in cui l’autore racconta dall’interno, gli ultimi anni di un’azienda ora in caduta libera, troppo “succursale” del governo e in primis del presidente del consiglio, ossia il fondatore e gestore del polo privato delle tv. L’analisi è precisa e circostanziata, e non lesina confronti con l’Europa per meglio mettere a fuoco la situazione di casa nostra. Emiliani tratta dell’assetto del sistema radiotelevisivo, di canone, di pubblicità, di garanzie di indipendenza che all’estero esistono ed in Italia sono assenti, della lunga partita sulla privatizzazione dell’azienda, di calcio e di diritti, di satira e cultura.

[5]E’ un lungo viaggio per comprendere lo stato in cui versa oggi la tv pubblica e quale partita politica ed economica si sta giocando attorno ad essa. E si passa attraverso i rapporti con la tv commerciale, le decisioni per accettare le sfide della tv satellitare, le manovre politiche per mantenere il controllo di viale Mazzini, le prospettive per evitare lo smantellamento della tv pubblica a favore di quella privata…e ancora: aneddoti, episodi, retroscena inediti sulla vita della Rai. Infine subentra il confronto con il nuovo “padrone” Berlusconi, l’editore unico, l’uomo “solo” al telecomando. Si affrontano così la coesistenza tra Rai e Mediaset, la dipendenza dal governo, la legge Gasparri.

 

[1] Recensione al libro di Vittorio Emiliani, Affondate la RAI. Viale Mazzini prima e dopo Berlusconi, Garzanti, Milano2002

Presentazione del libro presso Circolo via De Amicis –  CASA DELLA CULTURA- Associazione Articolo 21 di Milano e dibattito “La crisi della Rai: Quale futuro?” :intervengono Vittorio Emiliani, Carlo Freccero, Marzio Quaglino, Corrado Stajano, coordina Emilio Pozzi – martedì 17 giugno 2003 CASA DELLA CULTURA- via Borgogna 3, MILANO

[2] Cfr E Assante, Come è stata affondata la televisione pubblica, La Repubblica 20/1/2003

[3] Cfr.E.Pozzi, Altri quattro volumi su RAI e dintorni tra una bufera e l’altra, Tabloid.

[4] Cfr No, non è la BBC, Gazzetta di Parma 17/12/2002

[5] Cfr G.Maggi, La Rai tra vecchi affanni e nuovi tormenti, La Provincia 30/11/2002

 

©, 2003

Please follow and like us:
0

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here