Maria Antonia Sironi – Terra di Baffin

0
37

Maria Antonia Sironi

“Terra di Baffin”

Bietti, 1973

Questo prezioso volume, apparso nel 1973, a seguito di una spedizione italiana nella mitica “Terra dalle rocce lisce” (“Helluland”), ha per sottotitolo “note e impressioni sulla prima spedizione italiana alla penisola di Cumberland”.
L’Autrice, Maria Antonia Sironi, laureata in geologia all’Università di Milano, è una studiosa di scienze naturali. Si è dedicata dapprima alla studio delle piante, argomento con cui ha esordito come scrittrice.

La Terra di Baffin – per la prima volta avvistata dal navigatore vichingo Leif Eiriksson – è stata meta di questa nostra spedizione fuori dagli schemi correnti, volta ad annotare minuziosamente gli aspetti naturali che presiedono alle crude leggi di sopravivenza nel mondo artico. Le ricche annotazioni contenute in questo volume ci spiegano la vita della flora artica, degli animali, del popolo eschimese, prossimo ad essere travolto anch’esso dall’avanzata della civiltà dei consumi.

 

 


Numerose sono in questo volume le considerazioni sulla psicologia umana, sui fini ultimi dell’esistenza, messi a confronto con la rigidità e il rigore del clima artico, che i nostri esploratori cercano di capire a fondo con gli strumenti di varie discipline scientifiche. Il tema dell’alpinismo è dietro le quinte, sempre presente, ma non protagonista, essendo questa la cronistoria di una spedizione scientifica, che dell’alpinismo usa soltanto i mezzi tecnici per affrontare, laddove necessiti, ghiaccio e roccia a fine esplorativo. Un libro da cercare in qualche fornita biblioteca pubblica, e da leggere sicuramente.

©, 2005

Please follow and like us:
0

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here