JAMES G. BALLARD – UN GIOCO DA BAMBINI

0
29

JAMES G. BALLARD

“UN GIOCO DA BAMBINI”

Secondo quanto ci racconta Ballard, ma anche la psicoanalisi e la clinica psichiatrica, il troppo amore, in età evolutiva, pone il bambino in scacco. Una coppia di genitori troppo perfetti, può diventare il bersaglio delle rivendicazioni del bambino. Un clima ovattato, accogliente, condiscendente, può rivelare i suoi aspetti infernali. Così capita in questo racconto in un immaginario villaggio per ricchi inglese, dove comfort e tecnologia confluiscono in un unico, avvolgente clima di soffocamento. Secondo gli investigatori, la scena del crimine presenta le tracce di una esecuzione terroristica: tutti i genitori erano stati ammazzati alla stessa ora, e i loro figli erano stati rapiti. Gli incauti investigatori si domandavano quali traumi potessero aver subito i poveri bambini. Solo agli occhi del narratore, fu chiaro, sin dall’inizio, il quadro sconvolgente della scena: i bambini si erano organizzati per sterminare, alla stessa ora, tutti gli adulti. Unica ragione del movente: un amore così grande, da non poter essere sopportato.

Un genitore meno perfetto, permette difatti al bambino di avere un “nemico” col quale confrontarsi, per evolvere. Un genitore che non ostacola, che non entra mai in conflitto con il figlio, non solo non agevola la sua evoluzione, ma lo fa sentire come inesistente. A volte le punizioni servono a far sentire il ragazzo “esistente”. Io trasgredisco (e vengo punito), quindi esisto. Se non vengo punito “non esisto”.

Il grido di disperazione contenuto in questo romanzo è alto e straziante. E’ il grido di una civiltà moderna, colta e agiata, che ha tentato di cancellare ogni tipo di trauma, di disagio, dal proprio orizzonte, costruendo una microsocietà basata su falsi presupposti di benessere: facendo così, ha anche cancellato la prima fonte di benessere, quella di una normale crescita attraverso una normale assunzione dei conflitti.

©, 2010

JAMES G. BALLARD

child’s play

According to Ballard tells us, but also psychoanalysis and psychiatric clinic, too much love, in children, puts the boy in check. A pair of perfect parents too, can become the target of the claims of the child. A hushed atmosphere, friendly, gracious, can reveal aspects of hell. So it happens in this tale in an imaginary English village for the rich, where comfort and technology converge in a single, pervasive atmosphere of suffocation. According to investigators, the crime scene shows the traces of a terrorist execution: all parents had been killed at the same time, and their children had been abducted. The unwary investigators wondered what could have suffered trauma the poor children. Only in the eyes of the narrator, it was clear from the outset, the shocking picture of the scene, the children were organized to kill, at the same time, all adults. One reason for the motive: a love so great, it can not be tolerated.

A parent less than perfect, in fact, allows the child to have an “enemy“with which to confront, in order to evolve. A parent who does not hinder, that never comes into conflict with his son, not only does not facilitate its development, but it does feel like non-existent. Sometimes the punishments serve to hear the boy exists “. I transgress (and are punished), so I exist. If I do not get punished does not exist. “

The cry of despair in this novel is high and heartbreaking. It ‘s the cry of a modern civilization, cultured and wealthy, who attempted to remove all types of trauma, distress, from the horizon, building a micro based on false assumptions of well-being by doing so, has also eliminated the primary source of well, that of a normal growth through regular intake of conflicts.

Automatic translation

Please follow and like us:
0

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here