CHIARA PATARINO – NODI E MISTERI

0
Chiara Patarino (Milano, 1960) è una scrittrice italiana. Nata a Milano nel 1960, dopo gli studi scientifici e la laurea in legge, si occupa di comunicazione d'impresa e diventa socia della Federazione relazioni pubbliche italiana, (FERPI). Collabora per anni con l'Istituto nazionale per la ricerca sul cancro di Genova per attività di divulgazione scientifica. La passione per la comunicazione e per la scrittura la avvicina al mondo della narrativa per l'infanzia. (Wikipedia)

CHIARA PATARINO

“NODI E MISTERI”

romanzo

Kimerik, 2008

 

Una Genova languida e misteriosa fa da sfondo a una storia di ricerca interiore, quella dello Scrutatore d’Anime (n.d.r.) Giambattista De Cristoforis, un inquieto uomo di mezza età che ha molto tempo da spendere, non essendo occupato in un lavoro assiduo e stressante come la maggior parte degli esseri umani, e lo spende indagando – per pura passione, come altri coltivano quella per i rebus – intorno a intrecci casuali che colpiscono la sua fervida immaginazione. Ho citato “Lo scrutatore d’Anime” di Georg Groddeck – psicoanalista d’altri tempi – in quanto è simile, nei due libri, la disposizione verso l’indagine – apparentemente oziosa – di fatti misteriosi, di artefatti dell’anima e di segni del destino letti nel puzzle – quotidiano – della vita. La scelta della città di Genova come collocazione ambientale della storia ci avvicina a un’altra città mediterranea e misteriosa, alla Barcellona di Vázquez Montalbán, anche se in questo caso abbiamo una Genova meno vitalistica e trasgressiva, ma altrettanto calda e piena di brezze che trasportano qua e là gli aromi delle spezie (e del buon cibo!).

Con la cadenza del diario – anche se non è un diario – scritto in terza persona, per quanto sembri raccontato in prima, “Nodi e Misteri” ci avvicina all’ascolto dell’animo umano, talora semplificando e stilizzando un po’ troppo le emozioni e i sentimenti, facendo un uso prevalente di una scrittura didascalica. Ma Chiara Patarino si è appunto specializzata nella scrittura per l’infanzia (suoi volumi sono stati editi da Piemme), abituandosi a un linguaggio aggraziato e semplificatorio, facilitante, si potrebbe dire (inclinazione che andrebbe corretta volendosi rivolgere a un pubblico adulto). Il libro però ha il pregio di poter avvicinare i più giovani, gli adolescenti, al mondo della narrativa, di proporre loro un percorso non crudo e crudele – come talora accade in letteratura – all’interno dei sentimenti, con risvolti interessanti per la loro formazione, magari instillando un piacere e un amore per l’indagine e lo studio dei fenomeni umani, come di quelli naturali.   

  

©, 2008

 

questa pagina contiene alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito.

Please follow and like us:
error0

Leggi o lascia un commento (i commenti potrebbero contenere alcuni collegamenti esterni il cui contenuto informazioneecultura.it ha verificato solo al momento del loro inserimento; informazioneecultura.it non garantisce in alcun modo sulla qualità di tali collegamenti, qualora il loro contenuto fosse modificato in seguito)

Commenta
Inserisci il tuo nome