BEPPE GRILLO COLTIVA DA ANNI  IL PROGETTO DI IMPOVERIRE GLI ITALIANI

0
18

5.3.2018 – DOPO LE ELEZIONI DEL 4 MARZO, PENSIONATI E GIORNALISTI IN TRINCEA. BEPPE GRILLO COLTIVA DA ANNI  IL PROGETTO DI IMPOVERIRE GLI ITALIANI E DI ABOLIRE L’ORDINE PER INDEBOLIRE ANCORA DI PIU’   I CRONISTI (E L’INPGI). CI ATTENDE UN FUTURO FOSCO. ANCHE I GIORNALISTI PROFESSIONISTI SALVINI E MELONI NON PROMETTONO NULLA DI BUONO SUL FRONTE DELLE PENSIONI.  QUI SOTTO 4 ARTICOLI….. -TESTO INhttps://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24565

 

1. TAGLI PROGRESSIVI AGLI ASSEGNI –  Grillo nemico dei pensionati del ceto medio. Pubblichiamo la mozione 25/9/2013 firmata da 14 deputati “grillini” e poi accantonata dal Parlamento. Quella mozione va letta dagli elettori come vanno lette le altre 6 mozioni. E’ evidente che i “pentastellati” continueranno a battersi con il fine di impoverire i cittadini del ceto medio. In coda il dibattito (gennaio/marzo 2014) alla Camera e gli interventi di Franco Abruzzo (presidente dell’Unpi-Unione nazionale pensionati per l’Italia), Piero Ostellino, Bruno Gravagnuolo, Giuliano Cazzola e Pierluigi Franz. Franco Abruzzo: “Governo e Parlamento devono dare la caccia, non ai pensionati, ma agli evasori, ai big del sommerso e ai patrimoni delle 4 mafie: un mondo che vale 1000 (mille) miliardi di euro. Chiediamo, con il rispetto dei giudicati costituzionali, la perequazione piena per tutte le pensioni, la cancellazione degli assegni elargiti senza base contributiva ai boiardi di stato (da 21 a 91mila euro al mese), la tutela gratuita della salute degli anziani e un piano serio per il lavoro giovanile. I pensionati oggi formano un grande ammortizzatore sociale (del valore di 6 miliardi all’anno) per figli e nipoti disoccupati”. – TESTO INhttps://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=14762

 

2 – VECCHIO PALLINO DAL 2008. Beppe Grillo vuole abolire l’Ordine dei Giornalisti. L’Ordine può essere anche cancellato, ma dopo il varo della legge 4/2013 i giornalisti, anche senza l’Ordine, resterebbero professionisti sia pure senza Albo. Nessun rischio per Inpgi e Casagit. Giudici disciplinari diventerebbero Consob, Agcom, Antitrust e Garante della privacy. Nuovo ruolo per la Fnsi. IN CODA il testo della legge 4/2013. La Fnsi potrebbe far parte dell’elenco delle associazioni professionali (vigilate dal Ministero dello Sviluppo economico) dopo il riconoscimento da parte del Cnel come associazione professionale dei giornalisti. L’iscrizione alla Fnsi rimarrebbe facoltativa e non obbligatoria per chi esercita la professione di giornalista. La Fnsi dovrebbe far rispettare le regole deontologiche.  di Francesco M. De Bonis – TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=11662

3 – Massimo Colomban. L’ ex assessore di Roma: «Vi racconto i 5 Stelle Che tristezza il caso rimborsi, sembra la cronaca di un partito qualsiasi» Da Raggi a Grillo. L’ Italia del M5S in stile Maduro. Che tipo di Italia si prefigura Grillo? «Ha presente la Città del Sole immaginata da Tommaso Campanella? Utopia pura. Mi toccava riportarlo con i piedi per terra. Beppe, questo lo faranno i nostri nipoti, lo raffreddavo. Per lui le auto devono essere tutte elettriche e in grado, marciando, di produrre un surplus di energia che illumini le città». L’elettricità si ricava dagli idrocarburi.«”Tu ami suv e gru”, mi prendeva in giro. Io gli rispondevo che la Silicon Valley è avveniristica perché prima i vari Steve Jobs hanno fatto i soldi con cui costruirla. Il fatto è che Grillo disegna un modello di società che non deve creare ricchezza. E pretende che a guidarlo sia solo lo Stato, con la Cassa depositi e prestiti a finanziare le imprese». -di Stefano Lorenzetto/ CorrieredellaSera – TESTO INhttps://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24493

4 – GRILLO CONTRO I GIORNALISTI – Enzo Iacopino (Ordine): “La selezione della ‘razza’. Ora la fa Grillo: al palco di San Giovanni potranno accedere solo i giornalisti stranieri e quelli di Sky. Una vergogna”. Franco Siddi (Fnsi): “L’istrione Beppe Grillo non vuole i giornalisti italiani sul palco. Forse perché ha paura delle domande scomode?” – AlIa fine, con l’intervento della polizia i colleghi ammessi nel retropalco – Corrispondenti esteri: “Non capiamo, DA NOI QUESTO NON SUCCEDE” – . Piller: “Non rispetta la libertà dei media” – TESTO INhttps://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=11505

 

Condividi l'articolo sui social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here