UGO PIERRI – Carlo Collodi – Le avventure di Pinocchio

0
29

UGO PIERRI

“Carlo Collodi – Le avventure di Pinocchio”

disegni di Ugo Pierri

prefazione di Vittorio Cozzoli

Battello Stampatore (Trieste)

Via Rismondo, 14 – 34133 Trieste Tel. e Fax: 040 – 76 19 54

 

Una storia di nasi – come si narra nella prefazione – che se fossero stati più corti, avrebbero fatto sì che il mondo fosse diverso. Invece quei nasi sono lunghi, e il mondo che ci ritroviamo è proprio il nostro. Ma c’è da consolarsi: le tavole che illustrano questo Pinocchio, disegnate da Ugo Pierri, sono bellissime. Della poesia di Ugo Pierri – in arte K.K. – conservano anche questa volta la velata, acquosa trasparenza, la malinconia degli indaco e dei violetti di carnale, carnosa veridicità delle cose, quella veridicità che è molto vicina al senso tragico della vita, e quindi della morte. Non mi rivolgo ai bambini – o per lo meno, non solo a loro – ma agli adulti, perché Pinocchio è proprio una bella storia per adulti, non porno o V.M. 18 come ai più piacerebbe, ma – al contrario – pulita sino alla disperazione. Adulti siamo, e viviamo nel nostro mondo di balocchi, balocchi per adulti, e ci balocchiamo a volte dimenticandoci che la Legge Divina è lassù che ci fissa. Il gatto e la volpe bevono il loro caffè al bar, come ogni mattino, si mimetizzano fra la gente comune, anche loro leggono il giornale – davanti al caffè –  sono persone serie, distinte, affidabili, portano la cravatta, infatti. Ma nel paese dei balocchi, non sempre chi si veste per bene è persona per bene. Allora attenti, se fra di voi c’è un Pinocchio, attenti!

Scorriamo queste pagine, e i disegni di Ugo Pierri K.K. ci affascinano come immagini di un mondo di favola, sotto il quale però ribolle il mistero di certe bruttezze, squisitamente umane, dove i deboli sovente sono schiacciati dai furbi o dai più forti. Eppure, questi disegni ci consolano. Tanto sono belli, dolci, miti, da non spaventarci. Pierri è un artista che ha il dono della serena generosità, quella generosità d’animo – prima – e di pennello – poi – che è in grado di stemperare l’orrido e il meschino anche dalla rappresentazione di figure che orride e meschine a noi tutti appaiono: un piccolo gesto di buon senso e di ottimismo.

 

©, 2009

Condividi l'articolo sui social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here