Jürgen Winkler – Montagne – fotografie in bianco e nero

0
10

Jürgen Winkler

“Montagne – fotografie in bianco e nero”

Era una mattina piovosa di febbraio. Milano sa offrire, in quei momenti, il comfort di certi locali, bar e librerie in cui entrare per ristorarsi. Gli amanti dei buoni libri a basso prezzo conosceranno sicuramente i Remainders’ center, dove trovare vere perle dell’editoria, scomparse dai principali circuiti della distribuzione libraria, libri altrove introvabili, che vanno acquistati non appena visti, o “addio”…. Ebbene, una di queste perle è il libro di Jürgen. Winkler che mi accingo qui a recensire con molto piacere.

La scelta di ritrarre paesaggi alpini e naturali in rigoroso e scabro bianco e nero, mi riporta a uno dei maestri della Scuola Americana, di nome Ansel Adams. Le sue celebri vedute della Yosemite Valley in inverno, con quei chiaroscuri da vero brivido, hanno fatto storia, hanno segnato un’epoca.

Il nostro J. Winkler ha il coraggio del bianco e nero, della potenza della tenebra che rafforza quella della luce, e viceversa.

Prospettive aeree alla Piero della Francesca, primi piani forti, lapidari ghiaccio/roccia, scalatori impegnati in ormai desuete tecniche di arrampicata artificiale, ci fanno gustare appieno un libro che trasuda passione per la montagna vista come scenario estetico di una teatrale lotta tra uomo e natura.

Ma vi sono anche i momenti lirici, come il Monte Rosa di notte con la Luna, che esprimono un abbandono di ogni spirito battagliero, e il riconciliarsi dolce con Madre Natura (“E’l naufragar m’è dolce in questo mare”).

©, 2004

Condividi l'articolo sui social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here